Purple Ocean è lieta di rispondere a tutte le domande, informazioni o richieste di preventivo per ogni servizio offerto. Ci impegneremo a rispondere nel più breve tempo possibile e concordare un appuntamento presso la nostra sede.

Viale Vincenzo Lancetti 19, 20158 Milano (Italia)
(+39) 02 688 81 29
info@purpleocean.it

Blog & Eventi

Cosa sono gli Assistenti Vocali e Perché non ne potrai più fare a meno

In questi ultimi giorni non si fa che parlare di Digital Transformation e le ultime novità dal campo dell’Internet of Things (IoT) ci convincono che dovremo abituarci a familiarizzare con gli Assistenti Vocali, soprattutto dato l’arrivo imminente della versione italiana di Amazon Alexa.

Nelle case italiane è recentemente approdato Google Home, l’assistente vocale di Google che permette di interagire con alcuni elementi della propria casa impartendo ordini attraverso comandi vocali.

Si tratta di abituarsi ad un nuovo modo di vivere e interagire con i propri spazi sfruttando l’intelligenza artificiale come il valore aggiunto che ti permette, ad esempio, di riprodurre un film citandone il titolo ad alta voce (grazie alla compatibilità tra Google Home e Chromecast), accendere e spegnere le lampadine o alzare la temperatura della stanza.

Non sono soltanto gli oggetti ad essere chiamati in causa ma anche le relazioni sociali.

Google Home permette di trasmettere messaggi, fare giochi, ascoltare storie trasformandosi in un vero e proprio alleato con il quale si cerca di invogliare il pubblico a condividere il tempo, rendendo sempre più sottile la linea che separa la vita reale da quella digitale.

Se l’idea dell’Assistente Vocale ancora non vi convince o la ritenete una perdita di tempo, forse a farvi cambiare idea saranno le stime che si attendono per le vendite di acquisti vocali nel 2022.

La società di consulenza OC&C prospetta che le vendite di acquisti vocali aumenteranno da un valore stimato di 2 miliardi quest’anno a circa 40 miliardi nel 2022. Solo per gli smart speaker come Amazon Echo e Google Home si prevede che almeno il 55% delle famiglie americane ne possederà uno entro il 2022. Attualmente il 13% delle famiglie americane ne ha uno in casa.

A far riflettere anche gli investimenti di importanti marchi come LG nel campo dell’Intelligenza Artificiale.

Gli elettrodomestici LG SmartThinQ si preparano ad interagire con Amazon Alexa per permettere agli utenti di controllare gli elementi della propria casa soltanto con l’ausilio della voce, dall’accensione dell’aspirapolvere al controllo della propria lavatrice.

Gli investimenti di LG nel campo dell’Intelligenza Artificiale si riflettono in tutta la gamma dei loro elettrodomestici smart. Per citarne uno, LG Instaview Frigorifero, un frigo smart che permette di organizzare la spesa, riprodurre musica, fotografare prodotti all’interno del frigo e controllarli a distanza. Il prossimo passo? Introdurre la shopping voice per ordinare la spesa.

In un recente comunicato stampa LG ha annunciato il supporto a Google Assistant e Amazon Alexa per la gamma LG ThinQ presentandosi come uno dei primi produttori di grosso calibro ad offrire il supporto per entrambi gli assistenti virtuali che comandano attualmente il mercato.

È inutile prenderci in giro: il futuro è adesso.

Lascia un Commento