Purple Ocean

Purple Ocean è lieta di rispondere a tutte le domande, informazioni o richieste di preventivo per ogni servizio offerto. Ci impegneremo a rispondere nel più breve tempo possibile e concordare un appuntamento presso la nostra sede.

Viale Vincenzo Lancetti 19, 20158 Milano (Italia)
(+39) 02 688 81 29
info@purpleocean.it

Blog & Eventi

Da Just Eat a The Fork, Tutte le App che hanno reso Digital il Food

In occasione della nona edizione della Milano Food Week – dal 7 al 13 maggio – incentrata sul tema del carrello della spesa, simbolo che rispecchia le nostre abitudini, i nostri gusti e il nostro stile di vita (come ricordato dal patron di Lievita Federico Gordini in un’intervista su Repubblica.it), noi di Purple Ocean vogliamo concentrarci su un carrello altrettanto significativo, quello digitale.

Chi di voi non ha mai sentito parlare di Food Delivery?

Parliamo di quelle applicazioni come Foodora, Deliveroo e Uber Eats che stanno sempre più rapidamente penetrando nelle nostre abitudini legandosi a quel bisogno tipicamente umano che è unire la comodità alla necessità, trasformando, in questo caso, un piatto vuoto in uno pieno ricorrendo al solo utilizzo dello smartphone.

Just Eat, colosso che vanta più di 7000 ristoranti affiliati sparsi in circa 600 città italiane è un progetto nato in Danimarca e sviluppatosi nel Regno Unito che si avvale anche dell’uso di tecnologie big data per le consegne a domicilio.

Per i ristoranti il food delivery costituisce un’ottima vetrina in termini di visibilità e crescita del business perché permette di utilizzare la logica del tradizionale servizio a domicilio riposizionandola in un’ottica nuova, legata al forte utilizzo delle applicazioni mobile e una sempre più significativa personalizzazione del servizio sulla base della user experience.

Secondo un’indagine del sito Qualescegliere.it, portale che fornisce pareri e analisi su servizi disponibili on-line, è Foodora ad avere il primato nel settore, risultando essere l’applicativo maggiormente votato e apprezzato dagli utenti nel 2017, che ne hanno valutato positivamente l’interfaccia grafica intuitiva, i filtri di ricerca e la consegna puntuale unita all’ottima qualità del cibo.

Forse non sapete che il 65% delle prenotazioni avviene ormai tramite canale mobile.

Se le prenotazioni del locale via telefono non vi sono mai piaciute e risparmiare non rinunciando alla qualità è un mantra al quale non sapete (o volete!) rinunciare, sicuramente vi risuonerà familiare TheFork, applicazione portata in Italia da TripAdvisor e nata dalla fusione di due start-up italiane, Restopolis e MyTable.

Nata da un’idea di Bertrand Jelensperger, l’applicazione si basa sul concetto di permettere all’utente di trovare facilmente i ristoranti più vicini alla propria posizione, prenotare direttamente on-line e usufruire di sconti (fino al 50%) sulla carta del ristorante per la data selezionata.

A suggellare il successo di TheFork c’è un elevato NPS (Net Promoter Score), un modello di misurazione della fedeltà dei clienti. Attualmente l’applicazione conta circa 12 milioni di visite al mese.

Il successo del digital food sfrutta le logiche dell’omnicanalità per permettere all’utente di interagire con il digitale non rinunciando alla familiarità del fisico, per lui sempre punto di riferimento.

La chiave sta nel considerare il digitale come un alleato del fisico, unendo comodità e necessità in una prospettiva che diventi reciprocamente vincente per entrambi i canali.

Lascia un Commento